RETSINA
6 oggetto(i)
Imposta ordine ascendente
6 oggetto(i)
Imposta ordine ascendente
 

Retsina

RETSINA, VINO GRECO TRADIZIONALE

La retsina è molto probabilmente il vino greco più conosciuto al mondo, chiunque si rechi in Grecia per una vacanza ha avuto la possibilità di assaggiare questo particolare vino aromatico. Solitamente la retsina viene proposta in due versioni, bianca e rosata.

In entrambe le versioni, quello che si apprezza della retsina è il profumo ma ancora di più il sapore ed il retrogusto di resina caratteristico. Per produrre la retsina infatti viene utilizzata una resina di pino (in origine si utilizzava il pino di Aleppo), che aggiunta al vino nella sua fase di fermentazione dona quell’aroma inconfondibile e apprezzato.

La retsina è un prodotto greco d’altri tempi, un vino che nell’antichità veniva apprezzato e ampiamente consumato dai greci così come da chi in Grecia ci passava per commercio o per turismo. In tempi recenti, dopo aver passato un periodo di ridotti consumi, la retsina è tornata ad essere uno dei vini più richiesti anche grazie al fiorire di nuove case di produzione che ne hanno rinnovato l’immagine e hanno proposto nuove ricette e nuovi modi di consumarla.

Oggi la retsina è un vino che può essere piacevolmente gustato freddo durante i caldi mesi estivi, magari in riva al mare con qualche meze gustosa ad accompagnarla.

 

RETSINA, VINO GRECO NATO PER NECESSITÀ

La retsina ha un’origine non certa dal punto di vista temporale, si dice che già gli antichi greci bevessero un vino aromatico riconducibile alla moderna retsina. Di certo tuttavia c’è il motivo della sua comparsa, nata effettivamente per un necessità ben precisa.

La resina di pino era considerata infatti un ottimo isolante naturale contro l’azione ossidante dell’aria, in grado di essere modellata e adattata a qualsiasi superficie, riuscendo a sigillare anche i materiali più irregolari e porosi. In un periodo in cui non erano ancora presenti alternative valide per sigillare ermeticamente il vino al fine di preservarlo, la resina di pino venne diffusamente utilizzata per chiudere le botti di legno in cui il vino veniva conservato.

Grazie a questa procedura, più il vino invecchiava e più la resina di pino rilasciava il profumo, gli aromi e il sapore nel vino conservato all’interno delle botti di legno. Il risultato era quindi la retsina: un vino particolare, pieno di profumi e aromi derivanti da un bouquet mai visto prima. Ben presto, i produttori di vino greco si resero conto delle potenzialità commerciali di questo nuovo prodotto e iniziarono a produrre retsina aggiungendo artificiosamente al vino la resina di pino, ciascuno secondo la propria ricetta.

La retsina greca diventò quindi in breve il vino più in voga nelle taverne tradizionali ateniesi, tanto da essere accostata a qualsiasi pasto greco tradizionale. Nella sua versione bianca oppure rosé, non esisteva taverna di Atene che non avesse la retsina a catalogo.

Oggi la retsina viene prodotta in tutta la Grecia e può contare su numerose marche commerciali che ne stanno gradualmente riscoprendo il potenziale grazie a nuove proposte e ricette. Grazie al boom produttivo degli anni sessanta, periodo in cui nacquero il maggior numero di marche commerciali di retsina greca, anche i turisti e gli stranieri hanno adottato la retsina come vino ideale per accompagnare un pranzo o una cena tipica greca.

Greek Flavours spedisce in tutto il mondo le marche tradizionali di retsina greca, avvalendosi di un servizio corriere a spedizione tracciata. Puoi scegliere tra le marche presenti nel nostro sito la tua preferita e ricevere comodamente a casa tua la retsina greca.