Servizio clienti +30 210 6614764 | Spedizione in ITALIA 9.90€ | GRATIS sopra i € 99 | Confezione speciale per gli alimenti

10 popolari versioni di formaggio greco che dovresti provare

  • Semi-duro, morbido, dolce o piccante? Qualunque sia il tipo di formaggio che preferisci, la Grecia ha tutto per soddisfare i tuoi gusti!

    In Grecia, la produzione di formaggi ha una tradizione secolare. Infatti per gli antichi greci il formaggio era un alimento sacro.

    Quasi ogni regione della Grecia ha il proprio metodo tradizionale di produrre formaggio. In totale, si registrano infatti più di 60 varietà diverse di formaggio greco.

    Esistono diversi tipi di formaggio e sono classificati in base alla loro consistenza, colore o metodo di preparazione. Vi sono i bianchi o i gialli, freschi o maturi, ma anche morbidi, semiduri e duri.

    Vediamo quali sono i formaggi greci più famosi, i più consumati e le loro caratteristiche.

  • 1. FETA

    La feta, conosciuta anche come "oro bianco", è uno dei prodotti greci più conosciuti al mondo. È fatto con latte di capra e pecora, ha un sapore leggermente aspro, viene solitamente conservata in salamoia all’interno di botti di legno oppure in confezioni di latta. Il suo colore deve essere bianco puro, la sua consistenza solida e quando viene mangiata si scioglie in bocca e lascia un piacevole sapore leggermente aspro. Quando una confezione di feta viene aperta, può essere lasciata a temperature di 2-6 gradi Celsius. Naturalmente ci sono modi per conservarla molto più a lungo. Scopri come.

    Feta in botte di legno

    È più piccante e più duro in quanto il formaggio interagisce con il legno. La tradizione della feta in botte è popolare nel Peloponneso, nella Grecia centrale e nella Tessaglia.

    Feta in contenitore

    La feta in scatola ha un sapore più delicato, un aroma morbido ed è più soffice. È la varietà che viene esportata e consumata maggiormente nel mondo.

  • 2. GRAVIERA

    La graviera è il formaggio più popolare in Grecia, dopo la feta. Molte città, villaggi e isole producono la propria versione di graviera, ognuna con il proprio gusto distinto e un sapore intenso. È un formaggio a pasta dura con un colore che può variare da giallo chiaro a giallo intenso, ha piccoli fori irregolari, una crosta dura. Il suo sapore va da leggermente dolce e nocciolato a un po' piccante, a seconda della stagionatura: più è giovane, più ha un sapore dolce e burroso.

    Graviera - Creta

    La versione di Creta è nota per il gusto tendente al caramello bruciato. Tradizionalmente è prodotta con latte di pecora o una miscela con latte di capra. Il latte di capra aggiunge una nota piccante che diventa più intensa man mano che il formaggio matura. La sua versione più squisita è quella che stagiona nelle grotte delle montagne cretesi.

    Graviera da Naxos

    E' una delle varianti di Graviera più conosciute, prodotta con latte vaccino. Ha un colore giallo chiaro ,un aroma fine e un gusto unico. È in assoluto uno dei migliori formaggi greci.

    2. GRAVIERA
  • 3. KEFALOTYRI

    Il kefalotyri (o kefalotiri) è considerato il più antico dei formaggi a pasta dura presente in Grecia. Ha un sapore salato, speziato e un aroma gradevole che si ottiene a seguito di una maturazione che dura almeno 3 mesi. Può essere paragonato alla Graviera anche se è più salato e più duro. Prodotto con latte di capra o di pecora non pastorizzato (o talvolta entrambi), nelle aree della Grecia centrale, Peloponneso, Macedonia, Epiro, Tessaglia, Creta, isole Ionie e Cicladi. A seconda della miscela di latte utilizzata nella produzione, il formaggio varia tra il giallo e il bianco. Può essere grattugiato sopra la pasta calda, agli stufati e alle salse. È uno dei formaggi ideali per una degustazione, si abbina perfettamente con frutta di stagione e vino rosso.

    3. KEFALOTYRI
  • 4. KEFALOGRAVIERA

    Versatile e deliziosa, la kefalograviera è uno dei formaggi più recenti sul mercato greco in quanto la sua produzione è ufficialmente iniziata solo nel 1960, diventando rapidamente uno dei più richiesti. Le tre denominazioni di origine protetta per Kefalograviera sono: Macedonia occidentale, Epiro e Aitoloakarnania. È un formaggio da tavola a pasta dura ottenuto da un impasto di latte di pecora e di capra. Kefalograviera prende il nome dal salato Kefalotyri e dal dolce formaggio Graviera. La crosta del formaggio greco kefalograviera varia di colore dal giallo al marrone scuro.

  • 5. ANTHOTYRO

    Anthotyro significa letteralmente “formaggio fiorito”, riferendosi ai forti aromi di erbe selvatiche. Ci sono due varietà: fresco e secco. È fatto con latte e siero di latte di pecora e/o capra. È molto simile alla Mizithra, poiché il modo in cui questi due formaggi sono prodotti è quasi lo stesso. Dopotutto, Anthotyro e Manouri, sono considerati essenzialmente varietà di Mizithra. La varietà fresca è conosciuta come Anthotyro fresco e ha una consistenza morbida e un sapore delicato. Viene tipicamente consumato come formaggio da tavola o utilizzato nella preparazione di pasticcini e torte. Per un'esplosione di gusto combinalo con miele e cannella (oppure anche frutta fresca come mele, pere e fichi). La varietà secca, nota come Anthotyro xero ha un sapore ricco e salato e una consistenza friabile. Puoi consumarlo come formaggio da tavola, per un'ottima torta salata o grattugiarlo su pasta (soprattutto spaghetti) e insalate.

  • 6. MIZITHRA

    La myzithra (Mizithra) è il formaggio di siero di latte più popolare in tutta la Grecia, con molte varianti legate al tipo di latte, al suo contenuto di grassi e alle sue tecniche di preparazione. Il siero di latte proviene principalmente dalla produzione di vari formaggi a pasta dura, ma anche dalla feta. C'è anche una versione acida del formaggio mizithra che è noto come xynomizithra. Il sapore forte di questo formaggio acido è sicuramente un gusto acquisito. Si abbina bene con liquori forti e con vini tipici come la retsina e talvolta viene utilizzato in piatti specifici per conferire un sapore aspro e piccante desiderato.

    6. MIZITHRA
  • 7. MANOURI

    Il manouri è un formaggio fresco e semi-morbido che può essere utilizzato in insalate e pasticcini come alternativa a basso contenuto di grassi al formaggio cremoso. Può essere un ottimo dessert se abbinato a miele e marmellata. È ottenuto aggiungendo latte e/o panna al siero di latte di pecora o di capra, è meno salato e cremoso della feta ed è prodotto principalmente nella Grecia centrale e settentrionale.

  • 8. METSOVONE

    Il metsovone è un formaggio greco affumicato dal sapore deciso che viene prodotto da oltre 40 anni. A base di latte vaccino sterile al 100% o di una miscela con capra che non superi il 10%. Dopo un periodo di stagionatura di 3 mesi, il formaggio viene affumicato per 12 giorni con fumo proveniente da piante aromatiche della zona di Metsovo, viti ed erbe varie solitamente. Viene quindi tenuto appeso nell'affumicatoio, di solito per 5 mesi. Il metsovone è piacevole da mangiare da solo, ma anche grigliato con limone è semplicemente irresistibile! Provatelo anche su torte e gratin, crostate oppure cospargetelo sulla pasta. Accompagna verdure e carni altrettanto impeccabilmente, donando il suo particolare aroma affumicato. Si sposa bene con zuppe vellutate e pasta al forno.

    8.  METSOVONE
  • 9. KASSERI

    Dalla consistenza semi-dura e compatta, con fori minimi o completamente senza fori, questo formaggio greco è così popolare che spesso siamo soliti chiamare Kasseri quasi tutti i formaggi gialli. Ha un gusto ricco, leggermente salato e ha un aroma caratteristico di latte di capra e pecora. E' prodotto prevalentemente in varie regioni della Macedonia e della Tessaglia, ma anche nell’area di Xanthi. Si consiglia di portare a temperatura ambiente per 20-30 minuti prima di consumare. In questo modo gli aromi unici vengono rilasciati meglio dal latte di pecora. Kasseri matura per almeno 3 mesi ma in realtà più matura e più diventa buono. Si mangia da solo con pane caldo e viene spesso utilizzato per le torte.

    9. KASSERI
  • 10. HALLOUMI

    Halloumi è il famoso formaggio bianco tradizionale dell’isola di Cipro, prodotto da secoli sull'isola. La ricetta in passato si passava di madre in figlia dal momento che gli uomini erano al pascolo con le pecore. Le donne della casa producevano il formaggio con un sapiente mix di latte di pecora e capra, a volte anche di latte vaccino. È un formaggio a pasta semidura, gommoso e cigolante con forma rettangolare o semicircolare. Halloumi ha un alto punto di fusione, il che significa che può essere grigliato, bollito o fritto senza sciogliersi. Può essere consumato crudo in insalata e fresco con frutta.

    10. HALLOUMI
  • Dakos cretese: la ricetta originale

    Dakos cretese: la ricetta originale

Iscrivendoti GRATUITAMENTE alla newsletter
Inviato con successo
Seguici!
Supporto & Contatti
Informazioni su Greek Flavours